The Floating Piers 2


Domenica 19 giugno ho avuto la possibilità di partecipare ad un evento di importanza mondiale, l’installazione nel lago d’Iseo dell’opera The Floating Piers, dell’artista Christo. L’installazione consiste in sedici pontili galleggiati, lunghi cento metri e larghi sedici, uniti a formare delle passerelle che uniscono il comune di Sulzano (sulla riva del lago) a Peschiera Maraglio, situato su Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa, per poi giungere fino all’isola di San Paolo, di proprietà della famiglia Beretta.
The Floating Piers dall'alto

The Floating Piers dall’alto

Chi è Christo?

Christo è uno dei maggiori esponenti della Land Art, corrente artistica caratterizzata dall’intervento diretto dell’artista sul territorio naturale, specie negli spazi incontaminati come deserti, laghi salati, praterie, ecc. Nel corso degli anni ha realizzato numerose installazioni, tanto monumentali quanto effimere, come aver impacchettato numerose opere ed edifici. In Italia ha già realizzato diverse opere:
  • Festival dei Due Mondi (giugno 1968). Spoleto. Imballaggio della Fontana di piazza del Mercato e del Fortilizio dei Mulini.
  • imballaggio del monumento a Vittorio Emanuele II in piazza Duomo a Milano, 1970.
  • imballaggio di Porta Pinciana a Roma. 1974
Tutte le opere sono caratterizzate da colori che spiccano nell’ambiente in cui sono inserite. The Floating Piers è ricoperta da un tessuto color giallo dalia, che rende l’opera dell’artista percepibile chiaramente nel contesto naturale in cui è inserita, dominato dal verde degli alberi e l’azzurro dell’acqua. La tonalità  di giallo scelta, inoltre, viene percepita in modo differente a seconda di come i raggi del sole la illuminano, rendendo l’opera cangiante con il passare delle ore.
Camminare su un’opera d’arte è una sensazione molto particolare, principalmente perché, normalmente, i musei non consentono ai visitatori di toccare le opere, non parliamo poi di camminarci sopra. Il cambiamento di modalità di fruizione delle opere d’arte è iniziato con la nascita dell’arte contemporanea che, in vari casi, coinvolge attivamente la persona che ammira l’opera all’interno dell’installazione stessa. The Floating Piers appartiene a questo tipo di opere, poiché chi si reca ad ammirare l’opera, la vive, camminandoci sopra. La sensazione è amplificata dal fatto che dopo il 3 luglio 2016 l’installazione verrà smontata, facendo tornare il Lago d’Iseo al suo stato naturale.
Un evento di portata mondiale di questo tipo consente alla zona del Lago d’Iseo di avere una visibilità molto alta, amplificata dal fatto che molte delle persone, se non tutte, che si recano ad ammirare l’opera sono dotate di uno smartphone e postano le foto sui social network in tempo reale.
The Floating Piers verso l'Isola di San Paolo, proprietà della famiglia Beretta

The Floating Piers verso l’Isola di San Paolo, proprietà della famiglia Beretta

 

The floating Piers - particolare

The floating Piers – particolare

 

Qual è il grado di coinvolgimento dei visitatori sui social?

Per rispondere a questa domanda è nato il progetto Tuttisulponte, gestito da Arcadya, società specializzata in social media audit. I dati diffusi finora, aggiornati al 19 giugno 2016, analizzano la diffusione dei contenuti pubblicati dagli utenti su Facebook, Twitter, Instagram e Tumbrl che sono stati condivisi con gli hashtag
#thefloatingpiers
#floatingpiers
#iseo
#iseolake
#lakeiseo
#montisola
Il rilevamento parte dal 21 maggio, ben prima dell’inaugurazione avvenuta il 18 giugno, perché le persone iniziavano a condividere immagini dell’opera in fase di allestimento. Nei primi due giorni di apertura (18 e 19 giugno) le persone che hanno raggiunto il Lago d’Iseo hanno condiviso un numero incredibile di contenuti, principalmente immagini, della loro esperienza, come è possibile notare dai dati riportati nell’infografica. Nei prossimi giorni seguirò lo svolgersi dell’evento sui social,  ma già da questi dati è chiaro come la zona del Lago d’Iseo stia vivendo una enorme campagna pubblicitaria mondiale gratuita, in cui sono i visitatori che, con le loro foto, fanno da testimonials.
infografica the floating piers

About Alberto Treleani

Laureato in Storia Medievale, ho frequentato un master in Economia, Management, Valorizzazione e Promozione del Turismo. Seguo con interesse il mondo dei social network. Amo molto la fotografia e il buon cibo, ma non amo fare foto al cibo.
Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo.... Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn2Email this to someonePrint this page

Rispondi

2 commenti su “The Floating Piers