Webtourism in Italia – Parte 1 2


Oggi inizia ufficialmente l’estate televisiva con il ritorno, per il quinto anno consecutivo, di Techetechetè, trasmissione che occupa la fascia preserale dopo il TG1 e prima del programma di prima serata. Questo importante segnale, unito al fatto che tutte o quasi le trasmissioni televisive sono già terminate con i consueti saluti estivi, ci ricorda che le vacanze sono prossime e bisogna prenotare ombrellone e sdraio nello stabilimento balneare di fiducia.

Trasmissioni televisive e ombrelloni a parte (la sdraio la tengo, in modo da mettermi comodo), il periodo estivo si avvicina sempre più, e nella mia testa sorge spontanea una domanda, ricordando il master in Economia, Management, Promozione e Valorizzazione del Turismo frequentato fra il 2014 e il 2015: come si posiziona l’Italia come meta turistica nel web 2.0?

Per prima cosa, ho scelto di analizzare solamente le mete preferite dai turisti stranieri, vale a dire Roma, Firenze, Milano e Venezia.  Per evitare che Google mi desse suggerimenti in italiano, ho utilizzato Google.com e non la versione nostrana Google.it. Analizzerò solamente i risultati presenti nella SERP organica, ignorando quindi annunci e risultati di Google Maps e Google Immagini eventualmente presenti.

Su Google.com ho inserito le chiavi di ricerca

  • Rome
  • Tourism rome
  • Venice
  • Tourism venice

ROMA

Chiave di Ricerca: Rome

La prima pagina di risultati offre in prima posizione Wikipedia, in seconda Lonely Planet, in terza Tripadvisor, in quarta Wikitravel. Il quinto risultato è il sito della città di Rome, nello stato di New York, al sesto troviamo Italyguides.it. Il settimo risultato è Turismoroma.it, il sito turistico ufficiale della Città Eterna, all’ottavo troviamo Fodor Travel e al nono Rome.info.

Chiave di Ricerca: Tourism Rome

Nella prima pagina troviamo in prima posizione Turismoroma.it, il sito turistico ufficiale, seguito da Tripadvisor e Wikipedia. In quarta posizione rome.info, in quinta italyheaven.co.uk, in sesta enjoyrome.com, in settima Lonely Planet, in ottava Romeinformation.it e in nona Rome-guide.it

fontana di trevi

Come possiamo notare dai siti elencati,con entrambe le query su Roma Google offre risultati utili ad organizzare una visita nella Città Eterna, offrendo guide turistiche e siti di informazione turistica. L’unico risultato non rilevante per una visita nella capitale italiana è quello di Rome, NY, che però viene mostrato per via del nome della città americana. Il sito dell’ufficio turistico capitolino è presente in entrambe le query di ricerca, ma con risultati molto diversi: con “rome”, è in settima posizione, con “tourism rome” in prima. In entrambi i casi appare nel title la scritta “official website”, utilizzata per cercare di distinguersi dagli altri siti che parlano di Roma turistica in modo non ufficiale. Gli utenti su Google evidentemente cercano informazioni per organizzare una visita con entrambe le query, e sicuramente se il sito ufficiale fosse in entrambi i casi presente in prima posizione, potrebbero parlare direttamente con l’ufficio turistico romano, piuttosto che appoggiarsi a blog e guide turistiche magari non aggiornati da tempo. Personalmente consiglierei un intervento di SEO per ottimizzare ancora meglio il sito nelle ricerche.

VENEZIA

Chiave di Ricerca: Venice

I primi tre risultati sono occupati da Wikipedia, che richiama diverse pagine con al loro interno la parola “venice” (di cui la prima è una pagina di disambiguazione mentre le altre due sono due versioni, italiana ed inglese, della pagina sulla città di Venezia), in quarta posizione Lonely Planet, in quinta europeforvisitors.com. In sesta posizione troviamo Venicetheband.com, sito web di una band di Venice, California, in settima wikitravel. In ottava posizione troviamo Tripadvaisor e in nona venicebeach.com, sito web dedicato alle spiagge di Venice, Santa Monica e Marina del Rey, California.

Chiave di Ricerca: Tourism Venice

Il primo risultato è europeforvisitors.com, il secondo e il terzo sono di Tripadvisor, ma solo il primo è dedicato all’Italia. Il terzo risultato di ricerca è infatti di Venice, Florida. Il quarto è venice-tourism.com, il quinto visit-venice-italy.com. Il sesto risultato è turismovenezia.it, portale ufficiale della provincia di Venezia, il settimo italyheaven.co.uk, l’ottavo venicechamber.com e il nono è un articolo dell’indipendent.

venezia

Possiamo notare come il portale ufficiale turismovenezia.it appaia solo una volta fra le due query di ricerca,  mentre negli altri casi appaiono informazioni turistiche tratte da altri siti web. Come giustamente fa notare Wikipedia con il primo risultato proposto, Venice è un toponimo molto diffuso, specialmente negli Stati Uniti, e quindi anche Google, nella query “venice”, è indeciso su quale Venice ci interessi, mostrandoci risultati inerenti alla California e alla Florida insieme a quelli italiani. La maggioranza dei risultati però riguarda la Venezia originale, a dimostrazione di quanto sia ricercata come meta turistica. Ciò non giustifica però l’assenza del portale del turismo veneziano dalle prime posizioni in entrambe le query. A mio avviso pare che si punti toppo sui turisti come brand ambassador della città, non presidiando correttamente le query di ricerca degli utenti.

 

La prossima volta, posterò le analisi di Firenze e Milano, per poi dare un veloce sguardo all’Italia

About Alberto Treleani

Laureato in Storia Medievale, ho frequentato un master in Economia, Management, Valorizzazione e Promozione del Turismo. Seguo con interesse il mondo dei social network. Amo molto la fotografia e il buon cibo, ma non amo fare foto al cibo.
Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo.... Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Rispondi

2 commenti su “Webtourism in Italia – Parte 1